Quali cibi fanno bene in estate?

Quali cibi fanno bene in estate?
Quali cibi fanno bene in estate?

In estate, inevitabilmente, sudiamo di più e, di conseguenza, perdiamo tanti sali minerali. Ciò provoca stanchezza, spossatezza e spesso crampi muscolari. Per questi motivi, in estate, è consigliato adottare un’alimentazione ricca di vitamine e sali minerali.

Con l’aumento delle temperature e la maggior perdita di liquidi è fondamentale mantenere una corretta idratazione. Il rischio di disidratazione è molto alto soprattutto nei soggetti anziani, nei bambini e nelle donne in gravidanza. Il miglior modo per reintegrare i liquidi persi, è senza ombra di dubbio BERE! Sembra banale, ma molte persone si dimenticano di bere. Gli esperti consigliamo di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. È bene bere anche quando non si sente lo stimolo della sete. Soprattutto quando si tratta di persone anziane. Infatti, lo stimolo della sete nelle persone anziane si riduce considerevolmente. Per questo è importante stimolarle a bere. Il trucco è quello di mettere delle sveglie durante l’arco della giornata per ricordare all’anziano, o alla persona che se ne prende cura, di bere un bel bicchiere di acqua.

Sì alla frutta e alla verdura

Come abbiamo detto, in estate è più frequente sudare. Tuttavia, quando sudiamo non perdiamo solo liquidi ma anche sali minerali e vitamine. Motivo per cui ci sentiamo più stanchi e senza forze. In estate, la frutta e la verdura sono i nostri migliori alleati: ricchi di vitamine, sali minerali e acqua. Gli esperti consigliano di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura di stagione al giorno: 2-3 frutti al giorno, 2-3 porzioni di verdura al giorno. Inoltre, il caldo rallenta la nostra digestione. L’organismo non è in grado di lavorare al 100%. Per questo motivo si consiglia di ridurre il consumo di cibi grassi e prediligere il consumo di cibi freschi e altamente digeribili. Come la frutta e la verdura appunto. Anche la cottura e il condimento influenzano la digestione del cibo. Il suggerimento è di prediligere cotture al vapore, poiché mantengono inalterate le sostanze nutritive dei cibi, e per il condimento utilizzare olio d’oliva crudo.

La frutta di stagione

Per nostra fortuna la stagione estiva ci regala una vasta scelta di frutta e verdura. Insomma, ce né per tutti i gusti. Vediamo insieme alcuni cibi estivi che, in estate, non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole:

La zucchina

Si tratta di un ortaggio con un bassissimo valore calorico, composto per il 95 per cento da acqua. Ottima fonte di minerali (potassio, ferro, calcio e fosforo) e di vitamina A, vitamina C e carotenoidi, è in grado di favorire l’abbronzatura.

Il cetriolo 

Costituito per il 96 per cento di acqua, contiene anche vitamina C, aminoacidi e sali minerali importanti come potassio, calcio, fosforo e sodio. Ammorbidisce la pelle rendendola più bella ed elastica, è un buon diuretico, rinfresca ed ha un’azione disintossicante. Un rimedio naturale utile anche per contrastare l’inestetismo delle occhiaie.

La menta

Perfetta sotto forma di tisana in caso di disturbi digestivi, la menta è una pianta utile anche in caso di mal di testa e raffreddore, gastriti e crampi allo stomaco. Adoperatela per impreziosire i vostri piatti unici estivi.

Il melone

Idratante e rinfrescante, il melone è composto per il 90 per cento di acqua ed un’ottima fonte di vitamina A e C, fosforo e calcio. L’alta percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici anche sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. Potete utilizzarlo anche per la preparazione di piatti creativi con cui convincere i bambini a mangiare la frutta.

La pesca

Composta per l’87 per cento di acqua, la pesca contiene potassio e ferro ed è ricca di vitamina C. Leggermente lassativa e diuretica, ha proprietà rinfrescanti e disintossicanti. Grazie alla presenza di calcio e potassio, è anche mineralizzante, tonificante e ricostituente, ottima per rafforzare denti e ossa, oltre a proteggere la pelle e gli occhi grazie alla presenza di betacarotene. Utilizzatela per preparare un delizioso centrifugato o tanti gustosi e sani ghiaccioli fai da te.

L’anguria

L’anguria, o cocomero, è il frutto estivo per antonomasia. La sua polpa di colore rosso è ricca di carotenoidi, sostanze antiossidanti fondamentali per contrastare i radicali liberi. È costituita per oltre il 90 per cento di acqua ma contiene anche una grande varietà di vitamine A, C, B e B6, e di sali minerali come potassio e magnesio, ottimi alleati per combattere il senso di spossatezza che ci assale in estate. Questa caratteristica, insieme all’elevato contenuto di acqua, rende l’anguria un alimento dissetante, disintossicante e diuretico, motivo per cui è indicata in caso di ritenzione idrica, ipertensione, cellulite e gonfiori alle gambe. 

Il pollo

La star delle carni light. Ha un buon contenuto proteico a cui associa un certo quantitativo di sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, selenio e vitamine B1, B2 e PP. È molto digeribile.

La sogliola

La sogliola è magra, molto digeribile, ricca di proteine. Ha un sapore molto delicato ed è indicata anche per l’alimentazione dei bambini.

3 consigli per combattere il caldo

1.IDRATA, PROTEGGI, RIMINERALIZZA

Queste sono le tre parole d’ordine dell’estate:

Idrata

Idrata tutto il tuo corpo con anguria, melone, ciliegie, cetriolo e zucchine. Tutti questi alimenti sono ricchissimi di acqua e ti aiuteranno sconfiggere l’afa, drenare i liquidi in eccesso e reintegrare quelli persi con il sudore.

Proteggi

Proteggi la tua pelle con albicocche, carote, pesche, peperoni e melone. Questi cibi contengono carotenoidi – pigmenti ad azione antiossidante – che proteggono la pelle e i tessuti oculari dai raggi solari.

Remineralizza

Fai il pieno di sali minerali con melanzane, zucchine, pomodori, peperoni e prugne: reintegrare il magnesio e il potassio.

2.EVITA BEVANDE ZUCCHERATE

È buona regola moderare il consumo di bevande con zuccheri aggiunti, come succhi di frutta, cola, aranciata, tè freddi ecc. Perché queste bevande contengono calorie vuote, cioè apportano energia (data dallo zucchero) ma nessuna sostanza nutritiva. Inoltre, tali bevande, richiamando i liquidi nell’intestino, possono causare dissenteria e accentuare la disidratazione. Questo problema si manifesta maggiormente nei bambini, specie con il caldo. Bisogna fare attenzione anche agli alcolici perché, oltre ad essere ipercalorici e a contenere anch’essi calorie vuote, l’alcol è una sostanza vasodilatatrice che aumenta la sensazione di calore e quindi la sudorazione. Invece, è consigliato bere spremute, centrifugati, smoothies e frullati.

3.FAI DEGLI SPUNTINI DURANTE LA GIORNATA

Lo spuntino di metà mattina e la merenda sono pasti a tutti gli effetti. Sottovalutati e considerati come non necessari, in realtà questi pasti rivestono un ruolo di fondamentale nella nostra dieta a tutte le età. Infatti, gli spuntini contribuiscono a mantenere attivo il metabolismo, determinando così una serie di vantaggi: consentono di distribuire meglio l’energia (calorie) nell’arco dell’intera giornata; mantengono i livelli di glicemia (e di conseguenza d’insulina) più costanti e permettono di arrivare a pranzo e a cena senza avere una fame eccessiva e quindi senza il rischio di introdurre calorie in eccesso. Per gli stessi motivi è fortemente sconsigliato saltare gli altri pasti. Quali spuntini freschi e salutari si possono fare? Bè anche qui la scelta è molto vasta, alcuni esempi possono essere: yogurt magro con un po’ di frutta fresca, un frullato, frutta secca a guscio (come noci , mandorle o nocciole), un gelato artigianale alla frutta.


Iscriviti alla Newsletter per ricevere consigli e novità sul mondo dell’assistenza