Castagne fatte in casa: 4 metodi da provare

castagne

Castagne, castagne, castagne!!!

Sì sa, a ottobre le castagne (o caldarroste) sono le padrone delle nostre tavole. Tuttavia, quante volte ci siamo chiesti come poter cucinare le castagne in casa? O meglio: come poterle cucinare senza fare odore e fumo?

Oggi vi sveleremo il segreto per cucinare le caldarroste in casa senza affumicare la cucina (e non solo). Inoltre vi consiglieremo ben 4 modi per cuocerle in tutta comodità e in poco tempo.

Prima di cuocere le caldarroste bisogna eseguire due passaggi fondamentali per garantire una cottura ottimale e priva di fumi. Questi passaggi sono l’incisione delle castagne e l’ammollo delle castagne.

L’incisione delle castagne

L’incisione della castagna, prima di cuocerla, è fondamentale. Bisogna effettuare un taglio orizzontale sulla parte bombata di circa 2 cm circa. È importante che il taglio sia bello netto e tagli perfettamente la buccia, ma senza intaccare (se possibile) la polpa. Se volete fare meno fatica, al supermercato potete anche trovare il “coltello per le castagne”. Si tratta di un particolare coltello a forma di pinza (come lo schiaccianoci), il cui compito è proprio quello di incidere le caldarroste in maniera agevole. Tuttavia, questa operazione può essere eseguita in tutta tranquillità anche con un comune coltello dalla lama mediamente affilata.

L’ammollo delle castagne

Questa seconda operazione ci garantirà una più agevole pulizia della caldarrosta cotta e diminuirà l’effetto fumo al momento della cottura. Dunque, lasciate le castagne in ammollo in una bacinella d’acqua per 30 minuti. In questo modo si creerà umidità. L’umidità renderà la buccia della caldarrosta più morbida senza comprometterne il gusto.

Questi due passaggi è necessario eseguirli a prescindere dal metodo di cottura prescelto. Vediamo ora quali modalità di cottura è possibile fare in casa.

Come cuocere le castagne…

…in padella

Esistono due tipologie di padelle che è possibile utilizzare per cuocere le castagne, la classica padella e la padella con i buchi.

La padella con i buchi

La padella forata è particolarmente indicata per cucinare le caldarroste sul fuoco o di un camino o di un barbecue.  Tuttavia, potete utilizzare la padella forata anche sul fornello di casa. Le castagne, una volta incise, vanno messe sul fuoco per ca. 25 minuti (fuoco moderato), mescolandole ogni tanto, finché saranno apparentemente bruciacchiate.

La padella senza buchi

Scaldate un’ampia padella. Quando è calda, distribuite le caldarroste creando solo uno strato di castagne, senza quindi accavallarle. Cucinate per ca. 20 minuti, a fiamma moderata, con la padella coperta da un coperchio e mescolando spesso e bene, in modo che la cottura rimanga uniforme. Una volta pronte, mettetele in un canovaccio umido e servite ancora calde.

…in padella con il sale

Un altro metodo di cottura che richiede l’utilizzo della padella è la cottura “a sale”. Tranquilli, le castagne non saranno salate! Il sale grosso scaldato assumerà la funzione di brace e sembrerà davvero di cucinare le caldarroste sul fuoco. In una padella create uno strato di ca. 3 cm di sale grosso e scaldatelo bene. Adagiate sopra le castagne con la parte bombata verso l’alto e cucinate le caldarroste coperte con un coperchio per ca. 25 minuti. Girate le castagne a metà cottura. Una volta pronte, mettetele in un canovaccio umido e servite ancora calde.

…al forno

Accendete il forno statico a 200°. Appoggiate un foglio di carta da forno bagnato e strizzato sulla placca da forno. Adagiate sopra le castagne in un unico strato e infornate nel forno statico preriscaldato a 200° per ca. 25-30 minuti, girandole spesso. Una volta pronte, mettetele in un canovaccio umido e servite ancora calde.

…in microonde

Mettete le caldarroste scolate, ma non asciugate sul piatto del microonde e cucinatele, con la funzione microonde a 750W di potenza per 5 minuti. Una volta pronte, attendete qualche minuto che si raffreddino.

Cosa aspettate? Scegliete il vostro metodo di cottura e gustate delle ottime caldarroste!