I biscotti di San Martino

biscotti di san martino

I biscotti di San Martino sono una ricetta tipica della tradizione italiana. Infatti, l’11 novembre, si celebra il santo San Martino, da cui deriva l’estate di San Martino.

Curiosi?

Siete curiosi di conoscere la storia?

I biscotti di San Martino così come li conosciamo oggi (con le uvette) sono una variante dei biscotti originari. Gli originari biscotti nascono secchi da inzuppare nel vino. Difatti, tale ricetta è legata alla celebrazione dell’estate di San Martino e alla prima spillatura del vino novello. Per l’appunto la ricorrenza coincide l’11 novembre, con la fine della fermentazione del vino nelle botti e il suo primo assaggio.

Cos’è l’estate di San Martino?

Nel pieno dell’autunno, prima che la stagione lasci spazio all’inverno, può succedere che ci siano alcuni giorni di bel tempo. Il mal tempo lascia spazio a qualche giornata di sole, ma soprattutto a un leggero rialzo delle temperature. L’Estate di San Martino si verifica solitamente intorno all’11 novembre. La sua durata è espressa da un famoso detto popolare che recita: “L’Estate di San Martino dura tre giorni e un pochino“.

Gli esperti concordano nell’affermare che la fase di tempo stabile possa essere ricondotta all’espansione dell’anticiclone dalla Spagna verso tutto il Mediterraneo. Il verificarsi di alta pressione, alte temperature e bel tempo potrebbe essere infatti dovuto ad un ritorno ciclico proprio di questo anticiclone.

La leggenda

L’estate di San Martino secondo la leggenda: un giorno, molto probabilmente proprio l’11 novembre, San Martino si imbatté in un uomo molto povero, nudo e infreddolito. In quel giorno, in cui era proprio il maltempo a farla da padrone, San Martino si impietosì e decise di aiutare il povero. Senza pensarci due volte tagliò il suo mantello di lana per donargliene metà. Secondo la leggenda il gesto fu molto apprezzato. Il sacrificio di San Martino fu ripagato e proprio nel momento in cui donava metà del suo mantello al povero spuntò un bel sole caldo.

Chi era San Martino? 

Nella storia si parla di un certo Martino da Tours che nacque intorno al 317. L’uomo, di nobili origini, era un bravissimo e valoroso cavaliere. Secondo gli storici Martino da Tours si convertì al cristianesimo proprio dopo l’episodio del mantello e successivamente divenne Vescovo di Tours.

I biscotti di San Martino: la ricetta

Esistono diverse versioni di questi biscotti: secchi (da inzuppare nel vino), morbidi, alla ricotta (siciliani), ripieni di marmellata. Oggi vedremo la ricetta dei biscotti di san martino morbidi alle uvette.

Ingredienti

  • 800 g di farina 00
  • 200 g di zucchero
  • 25 g di lievito di birra fresco
  • 300 ml di acqua
  • 125 g di strutto (o burro)
  • 50 g di uvetta
  • 1 pizzico di sale
  • 1 tuorlo per spennellare

Preparazione

  1. Fate sciogliere il lievito di birra fresco nell’acqua tiepida.
  2. Versate la farina in una ciotola e create una fontana. Inserite tutti gli ingredienti al centro di questa ad eccezione dell’uvetta.
  3. Questa andrà invece messa precedentemente a mollo in acqua calda.
  4. Impastate bene e a lungo fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
  5. Unite quindi l’uvetta strizzata e impastate ancora per distribuirla nell’impasto.
  6. Create una palla e mettetela a lievitare in un luogo caldo per circa tre ore, fino a quando sarà raddoppiata di volume.
  7. Accendete il forno preriscaldandolo a 180°C, quindi create i biscotti.
  8. Ricavate dapprima dei bastoncini grossi dello spessore di un dito e della lunghezza di 10 cm, quindi arrotolandoli su loro stessi per creare delle chiocciole.
  9. Spennellate i biscotti ottenuti con un tuorlo sbattuto e infornateli per circa 20 min.

Conservazione

I biscotti morbidi con uvetta, poco dolci ma molto gustosi, sono dei lievitati a tutti gli effetti. Per questo motivo vanno conservati al meglio per non essere esposti all’aria e seccarsi subito. Potete avvolgerli in un canovaccio pulito o inserirli in un contenitore a chiusura ermetica. Così facendo, si mantengono freschi e morbidi per circa 3 giorni.